Marco Boglione

Marco Boglione

Cavaliere al merito del lavoro

Marco Boglione nasce a Torino il 9 maggio 1956. Dopo una fulminea carriera al Maglificio Calzificio Torinese, di cui a 25 anni diventa direttore commerciale e marketing, a metà degli anni Ottanta fonda due società: la Mototaxi, che venderà nel 1999 a Poste Italiane, e la Football Sport Merchandise, che nel 1994 si aggiudicherà all’asta il Maglificio Calzificio Torinese, nel frattempo fallito, e i suoi marchi Kappa, Robe di Kappa e Jesus Jeans.

Dopo l’acquisizione, Marco Boglione ribattezza il vecchio MCT BasicNet e crea un modello di business completamente nuovo e interamente integrato al web. Nasce, così, il primo marketplace nella storia dell’abbigliamento.

Nel 1999 BasicNet è quotata alla Borsa Italiana. Negli anni, al suo portafoglio-marchi si aggiungono i brand K-Way, Superga, Sabelt, Briko e Sebago.

Oggi i prodotti a marchi del Gruppo sono presenti in oltre 120 mercati del mondo, con vendite aggregate pari a 748 milioni di euro (fonte: bilancio consolidato 2017).

Il 2 giugno 2011 il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nomina Marco Boglione Cavaliere al merito del Lavoro.

La collezione

Coetaneo di Steve Jobs, Bill Gates e di altri ragazzi degli anni Settanta che volevano cambiare il mondo, Marco Boglione è un imprenditore appassionato da sempre di information technology, come tutti i nerd che hanno visto nascere Internet.

La sua azienda, BasicNet – proprietaria tra gli altri di marchi Kappa, Robe di Kappa, Superga, Jesus Jeans K-Way, Sebago e Briko – è una «fully web integrated company». Boglione infatti ha creato un network mondiale di partner-imprenditori che producono o distribuiscono su licenza le collezioni disegnate e industrializzate dalla capogruppo. Ma è anche collezionista o, piuttosto, «non collezionista»: nella BasicGallery, l’archivio storico aziendale, è infatti conservata uno dei più importanti fondi al mondo di vintage computer. Migliaia di pezzi di archeologia informatica realizzati tra il 1975-1985, fra cui l’Apple-1, la prima e rarissima motherboard costruita da Steve Jobs e Steve Wozniak nel 1976, che Boglione – tramite BasicGallery – ha acquistato nel 2010 per 157mila euro da Christie’s.

Marco Boglione si ritiene più un conservatore che un collezionista. Conserva, con una logica, gli oggetti che hanno avuto valore nella sua vita, come moto, macchine fotografiche, computer. Mettere insieme questi pezzi gli permette di raccontare la storia che gli ha consentito di costruire la BasicNet, subito dopo la diffusione del protocollo Internet. È la storia della Rivoluzione Informatica.

Come dice spesso: “Una collezione è come un film: prima te la devi immaginare, poi la realizzi, con il metodo, la professionalità e anche i soldi. Ma la premessa è avere in mente un copione. Collezionare è la conseguenza della capacità di immaginazione e della passione; e poi, dalle passioni può nascere un amore, un’azienda, una collezione…”.

I musei dell’informatica nel mondo: idee, progetti e impatto.

Grete Hermann

Una tavola rotonda sui musei dell’informatica in giro per il mondo per capire quale importanza abbiano per il loro territorio e per la salvaguardia della cultura e della storia dell’informatica.

Innovazione Storia
MAGGIORI INFORMAZIONI